Vini di Sardegna
Cannonau Moscato Girò Carignano Torbato Vermentino Nuragus Monica Malvasia Bovale Nasco Vernaccia Semidano Cagnulari Pascale  
 
 
   
   
   
     

Aziende




 

Torbato

Torbato


Il vitigno a bacca bianca Torbato, presente in Sardegna solamente nella zona di Alghero, su una superficie di poco più di 90 ettari, è di indubbia origine spagnola, importato durante la dominazione catalana. Tale origine è anche significativamente rilevata nel catalogo del vivaio di Villa d'Orri, creato dal Marchese Manca di Villahermosa, in cui questo vitigno viene indicato come Vitis iberica e con i nomi dialettali di uva catalana o Turbat.

Il Torbato rientra nella grande famiglia delle uve malvatiche, e quindi con tutta probabilità è arrivato in Catalogna proveniente dal bacino del mare Egeo, culla di tali vitigni in epoca molto antica. Era presente anche nel Sud della Francia con il sinonimo di Malvoisie de Roussilon, ma ormai sia nella zona di origine che in Francia è pressoché sparito.

Nell'Algherese veniva allevato ad alberello, ma ormai vanno diffondendosi le forme espanse, anche a tendone. Si è perfettamente adattato ai terreni della piana di Alghero, di natura calcareo-argillosa, e al relativo clima, caldo e asciutto.

Il vitigno Torbato viene vinificato da solo per ottenere l'omonimo vino e come base per un ottimo vino spumante brut, ambedue compresi nella DOC Alghero.