Vini di Sardegna
Cannonau Moscato Girò Carignano Torbato Vermentino Nuragus Monica Malvasia Bovale Nasco Vernaccia Semidano Cagnulari Pascale  
 
 
   
   
   
     

Aziende




 

Pascale di Cagliari

Pascale di Cagliari


Il vitigno Pascale di Cagliari, che in antitesi alla sua denominazione è presente in particolare nei vigneti del Sassarese, è di incerta origine. Se si tiene conto che in Gallura viene denominato Giacomino e che in Toscana esiste una varietà di uva dalle caratteristiche simili e che ha lo stesso nome, non può escludersi che sia arrivato nella provincia di Sassari in epoca giudicale appunto dalla Toscana, regione con cui Sassari ha da sempre avuto intensi traffici commerciali.

In provincia di Sassari è presente nei vigneti con una frequenza pari al 20%, mentre la sua diffusione è pressoché nulla nelle altre province isolane ed in particolare nel Cagliaritano, e ciò, come già riferito, in netto contrasto con il suo appellativo. È ricordato da Manca dell'Arca come Pascale, uva di grani rotondi, grossi e racemo grande.

Il Pascale di Cagliari viene vinificato assieme ad altre uve rosse: nella zona del Mejlogu l'uvaggio con il Cannonau e con il Cagnulari porta ad ottenere un pregevole vino da arrosto; per le caratteristiche dell'acino spesso esso viene utilizzato come uva per consumo diretto.